Museo dell’Artigianato silano e della Difesa del suolo

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Sei qui: Home Linea del tempo il XIX SECOLO I FRANCESI E LA RIVOLTA DI RE CUREMME

il XIX SECOLO I FRANCESI E LA RIVOLTA DI RE CUREMME

E-mail Stampa PDF

rivolta_curemmeNominato dal fratello minore Napoleone, Giuseppe Bonaparte (1768-1844) fu re di Napoli dal 1806 al 1808, quindi re di Spagna dal 1808 al 1813. Le violenze e le angherie perpetrate in Calabria dalle delle truppe francesi (Bonaparte vi aveva inviato 12.0000 soldati) provocarono un’insurrezione generale delle popolazioni. Tra gli animatori dell’insurrezione spicca la figura di un longobucchese: Antonio Santoro soprannominato Re Curemme. Santoro era forte, coraggioso, crudele e spietato. rivolta_curemme2Al suo seguito ebbe uomini provenienti da tutta la Calabria con i quali occupò il comune di Longobucco, che allora aveva 5.000 abitanti, punì gli antiborbone e condusse battaglie spietate contro i francesi. Molti, fra il popolo insorto, si dettero alla macchia, cioè diventarono briganti, altri si arruolarono fra le truppe borboniche (memori del buon impulso economico dato dai Borbone all’economia locale).

 

Banner
Banner
Banner
Banner